Instagram: giro di vite sui post che promuovono prodotti dietetici

Qualche anno fa, nemmeno poi troppi, la facevano da padrone gli spot promozionali della sciura Wanna. Va ricordato che prima di arrivare a dare i numeri… quelli del lotto, sia chiaro, vendeva miracolosi sieri sciogli panza. Poi è stata la volta delle casalinghe nutrizioniste che povere donne, per arrotondare le entrate di casa, si erano fatte ammaliare da aziende che producono mirabolanti dimagranti. Quest’ultime, insieme all’offerta di rappresentanza dei loro prodotti, regalavano alle povere malcapitate anche un odioso sistema piramidale. Ora invece è il momento delle vips (mi raccomando va letta anche la S) che promuovono beveroni e the dimagranti come se non ci fosse un domani.

Sia chiaro, se esistessero pillole dimagranti, saremmo tutte magre (io in primis) ma visto che dietro a questi prodotti si celano false promesse e disattese speranze, finalmente i social hanno preso la decisione di tutelare almeno i minorenni.

Instagram sta infatti lanciando nuove politiche a tutela dei più giovani sui contenuti che promuovono prodotti per la perdita di peso e interventi estetici.

In un futuro relativamente breve, gli utenti sotto i 18 anni non potranno più vedere post di prodotti dimagranti o che incentivano l’uso della chirurgia estetica.

Settimana scorsa Instagram ha annunciato l’introduzione di queste restrizioni nel tentativo di combattere l’impatto negativo che la piattaforma sta avendo sull’aspetto fisico.

Inoltre, i contenuti che promuovono affermazioni irrealistiche sulla dieta o sui prodotti per la perdita di peso saranno completamente rimossi da Instagram.

Queste direttive si sono rese necessarie data la tendenza crescente di influencer e celebrità a promuovere questi prodotti nei propri post.

Il cambiamento delle policy si estenderà presto anche ai contenuti simili su Facebook.

Si prevede inoltre l’introduzione di una funzione che consentirà agli utenti di segnalare i messaggi che violano queste nuove politiche.

2 commenti

  1. Le tue notizie sono errate
    Le piramidi sono fuorilegge nel nostro paese, ti consiglio vivamente di documentarti prima di divulgare false informazioni.

    • I sistemi piramidali, PER FORTUNA, sono illegali ma ho letto racconti di persone che ci sono cascate in tempi molto recenti.
      Purtroppo persone senza scrupolo approfittano di persone che hanno bisogno e se ne fregano di compiere azioni illegali.
      I sistemi piramidali sono illegali ma ci sono. Non mi piacciono, mi dispiaccio per chi ci casca e se parlarne servirà anche solo a far addrizzare le orecchie a qualcuno, ben venga.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here