fbpx

E-commerce: ecco come studiare la concorrenza

Qualunque sia il tuo settore, sicuramente esiste qualcuno che vende prodotti identici o simili ai tuoi o che sono in grado di soddisfare lo stesso bisogno dei clienti. Proprio per questo motivo è bene studiare la concorrenza sia prima di aprire un e-commerce che dopo l’avvio. Essere sempre informati sull’operato degli avversari ti permetterà di prendere decisioni migliori sul tuo business e creare una strategia competitiva.

Ricerca concorrenti e-commerce

Per studiare la concorrenza del tuo e-commerce devi individuare tutte quelle aziende che vendono online il tuo stesso prodotto o un prodotto molto simile, all’interno della nazione in cui operi tu e che vendono alla stessa fascia di consumatori a cui ti rivolgi (B2C, vendita ai consumatori o B2B, vendita alle aziende). Fai attenzione a includere anche quelle aziende che hanno la sede in nazioni estere ma che consegnano a clienti del tuo mercato.

La ricerca delle aziende concorrenti va effettuata ovviamente online. Devi cercare i prodotti che vendi su Google, su eBay, su Amazon e sui comparatori di prezzo. Attenzione a non fare lo sbaglio di credere che nessuno venda il tuo stesso prodotto. Anche se produci qualcosa di personalizzato, hai sempre dei concorrenti.

Appuntati tutte le aziende che trovi e il loro sito internet per poterle studiare nel dettaglio. Per quanto riguarda Google prendi solo le aziende che compaiono entro la terza pagina, oltre non ha molto senso. Ricordati che lo studio della concorrenza è un’operazione che va ripetuta periodicamente.

Nei risultati della tua ricerca avrai sicuramente aziende sia grandi che piccole. Non farti scoraggiare dalle grandi aziende, si può competere anche con i giganti. Io stessa l’ho fatto e ne sono uscita vincente. Vedremo nei prossimi articoli su cosa puntare per competere con grandi aziende.

Studio della concorrenza

Ora che hai il tuo elenco di competitors non ti resta che valutare una a una le aziende. A mio avviso non è importantissimo soffermarsi a lungo sui dati aziendali ma .

Ecco quali sono le cose importanti da tenere in considerazione quando decidi di studiare sui servizi, sui prezzi che offrono e sulle caratteristiche del loro sitola concorrenza:

  • PREZZO: non giriamoci troppo intorno, se io vendo un prodotto a 10 e un mio concorrente riesce a venderlo a 7, riuscirla a spuntare contro di lui sarà davvero difficile. Puo’ darsi che lui abbia un grosso sconto per via delle quantità che acquista oppure potrebbe esser stato molto bravo a contrattare con il fornitore oppure ancora potrebbe aver fatto scorta di quel prodotto durante una promozione. In ogni caso una differenza di prezzo alta è sempre un allarme.

  • SPEDIZIONE: valuta sia il costo di spedizione che i giorni in cui il prodotto arriva fisicamente a casa

  • RESO: uno dei freni maggiori quando si acquista online è la paura che il prodotto che si riceve non sia di buona fattura o non vada bene. Il reso non solo è un servizio che va offerto per legge ma se impostato bene è un’ottima leva per convincere il cliente ad acquistare. Valuta i costi del reso dei tuoi avversari e in quanti giorni rimborsano i clienti

  • ASSORTIMENTO: tendenzialmente si compra da chi offre una maggiore scelta, per comprare tutto in un’unica spedizione o anche solo ed esclusivamente perché un negozio ben assortito da maggior fiducia rispetto a chi ha 4 prodotti in croce

  • ASSISTENZA CLIENTI: avere un buon servizio per rispondere alle domande dei clienti è fondamentale. Quando abitavo in Italia ed avevo il mio e-commerce è stato proprio il servizio di assistenza clienti che mi ha fatto emergere rispetto a un colosso. All’epoca avevo visto che le critiche e lamentele peggiori le ricevevano perché era possibile contattarli solo tramite email. Io avevo inserito l’assistenza via Skype, via telefono, la chat sul sito, i fax e ovviamente le email. Se un cliente può entrare in contatto con il venditore in modo facile e veloce, sarà portato a fidarsi di più

  • METODI DI PAGAMENTO: se non trovi la pagina pagamenti puoi sempre simulare un acquisto sul sito per scoprire tutti i metodi disponibili. Se il tuo e-commerce è nuovo e poco conosciuto valuta sempre di offrire l’acquisto in contrassegno. Molti han paura di essere fregati e preferiscono pagare quando ricevono il prodotto

  • REPUTAZIONE ONLINE: inserisci il nome del sito che vuoi controllare su un motore di ricerca e verifica se ci sono opinioni in merito. Scoprire i punti deboli dei tuoi concorrenti ti aiuterà a batterli

  • SOCIAL MEDIA: controlla su quali social sono presenti, come e quanto pubblicano. Verifica con quali post creano il maggior ingaggio

  • PUBBLICITA’ ONLINE: guarda se hanno campagne AdWords attive. Secondo me tutti gli e-commerce dovrebbero avere sempre attiva una campagna AdWords per garantirsi di apparire in prima pagina anche se il suo sito non appare naturalmente nei primi posti della ricerca. Valuta le campagne dei tuoi concorrenti e crea annunci simili cercando di scavalcarli di posizione. Attenzione: gli annunci che compaiono in cima non sono necessariamente quelli che pagano di più ma quelli in cui Google trova una maggiore corrispondenza tra annuncio e pagina linkata

  • USABILITA’ DEL SITO: verifica se è facile navigare, trovare le informazioni e acquistare sui siti dei tuoi concorrenti. Oggi i siti responsive si assomigliano un po’ tutti ma… e c’è un ma… se vedete un punto debole fate in modo che sul vostro sito non ci sia la stessa difficoltà. Se vedete qualcosa di interessante prendetene spunto. Quando avevo l’e-commerce ed ero passata da una piattaforma “preconfezionata” a una creata ad hoc per me, avevo giocato un po’ sporco ma ne avevo tratto un grandissimo beneficio. Avevo fatto replicare la grafica e l’usabilità del mio maggior concorrente. Ovviamente contenuti, pagine, colori e piccole accortezze erano diversi. In questo modo per i clienti il passaggio dal sito concorrente al mio era naturale, per niente traumatico. Anche i meno esperti di internet e acquisti online non avevano dovuto perder tempo per imparare a navigare tra le pagine del mio e-commerce.

Trai vantaggio dall’analisi fatta

A fine studio avrete tutti i punti di forza e quelli deboli della vostra concorrenza. Replicate i meccanismi vincenti e correggete quelli sbagliati, se riuscite a far questo i clienti avranno trovato tutto quello che gli interessa in un unico sito. Pubblicizzate a gran voce tutti quegli aspetti che avete ideato partendo dai punti deboli dei concorrenti. Ad esempio, se avete riscontrato che molti offrono un reso macchinoso e tremendamente lento, fate post e annunci sul vostro reso super facile e veloce. Mettete in evidenza questo aspetto anche sul vostro sito.

Se avete domande, scrivetemi nei commenti, saro’ davvero felice di aiutarvi a risolvere qualunque dubbio in merito

2018-08-16T14:28:52+00:00

Autore:

Ciao! Sono sono Silvia e sono l'ideatrice di PerDonne. Mi occupo della creazione di siti internet, blog, e-commerce, copywriting e Digital Marketing. La mia Missione? Semplice, far chiarezza sul mondo digitale e aiutarti a comprenderne i meccanismi.

Lascia un commento