Dieta Scarsdale

La dieta Scarsdale è stata ideata dal cardiologo statunitense Tarnower negli anni 1970 ed è stata una delle prime diete a diffondersi a livello mondiale.

Se si segue fedelmente il piano alimentare proposto, si possono perdere 500 g al giorno.

Viene solitamente apprezzata per la rapida perdita di peso, per la grande varietà di cibi.

La Scarsdale prevede 3 pasti principali durante la giornata (colazione, pranzo e cena), non contempla spuntini tra un pasto e l’altro ma in caso di attacchi di fame si possono mangiare carote e sedano. 

Un punto a suo favore è senza dubbio il fatto che non prevede nessun limite di quantità per gli alimenti previsti.
La dieta è suddivisa in due fasi, dimagrimento (2 settimane) e mantenimento (2 settimane). La dieta può poi essere ripetuta nel tempo fino al raggiungimento del proprio pesa forma.
E’ davvero importante però non prolungare la fase del dimagrimento per più di 14 giorni poiché le calorie assunte sono molto basse, tra le 800 e 1000 al giorno.

La dieta prevede un regime alimentare ricco di proteine e povero di carboidrati, per questo viene inserita nella categoria di diete Low Carb. La Scarsdale prevede  una ripartizione nutrizionale composta da 43% di proteine, 22,5% grassi e 34,5% carboidrati.

I cibi possono essere conditi solo con limone, aceto, spezie, pepe e salsa di soia non zuccherata. Tutti gli altri condimenti come olio, burro e salse sono assolutamente vietati. Nel caffè non si può usare né zucchero né miele ma solo dolcificante, meglio se fruttosio.

Come in tutte le diete e regimi alimentari bisogna bere almeno 2 litri di acqua al giorno, in questo modo non solo si mantiene il proprio corpo idratato ma lo si aiuta a favorire l’eliminazione delle scorie prodotte dalla metabolizzazione delle proteine.

Durante la dieta Scarsdale è sconsigliato fare allenamenti fisici con grande dispendio energetico, visto le poche calorie introdotto, sono invece consigliati esercizi per mantenere il tono muscolare.

E’ controindicata per le donne in gravidanza, per gli adolescenti e per chi ha problemi di natura fisica o particolari esigenze dietetiche ed è inoltre sempre bene farsi seguire da un medico, dietologo o nutrizionista durante la dieta.

Le regole base della dieta Scarsdale

  • mangiare esattamente quello indicato, senza sostituire o aggiungere nulla
  • tra un pasto e l’altro consumare solo carote e sedano
  • non bere alcoolici e bevande gassate o zuccherate. Le bevande concesse sono caffè, tè
  • non usare olio e salse per condire carne e verdure. Usare invece aceto e limone
  • la carne deve essere magra senza grasso o pelle
  • non appena sazi, smettere di mangiare
  • seguirla al massimo per 14 giorni

 

Dieta Scarsdale: piano alimentare

LUNEDI’
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: carni fredde assortite (non grasse), pomodori affettati e cotti alla griglia, senza condimento.
CENA: pesce magro oppure crostacei di qualsiasi tipo (sempre cotti senza olio o burro), insalata mista, 1 fetta di pane tostato alle proteine o integrale, frutta di stagione.

MARTEDI’
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: macedonia di frutta, caffè o thè
CENA: hamburger di carne magra e cotto alla griglia, pomodori, peperone, lattuga, sedano, olive, zucchine o cetrioli, caffè o thè.

MERCOLEDI’
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: insalata di tonno cotto al vapore condita con limone o aceto; pompelmo o melone o, in alternativa, un frutto di stagione; caffè o thè
CENA: fette di agnello privo di grasso e cucinato arrosto, insalata di lattuga, pomodoro, cetriolo, sedano, caffè o thè.

GIOVEDI’
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: due uova, formaggio o ricotta magra, zucchine o cavoletti di Bruxelles o pomodori affettati, 1 fetta di pane tostato alle proteine o integrale, caffè o thè
CENA: pollo privo di grasso, cucinato arrosto, alla griglia o lessato, spinaci, peperoni, fagiolini, pomodori, caffè o thè.

VENERDI’
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: formaggio (sempre magro), spinaci, 1 fetta di pane tostato alle proteine o integrale; caffè o thè
CENA: pesce magro oppure crostacei di qualsiasi tipo (sempre cotti senza olio o burro), insalata mista (con verdure fredde o cotte), 1 fetta di pane tostato alle proteine o integrale, caffè o thè.

SABATO
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: macedonia di frutta, caffè o thè
CENA: pollo o tacchino privi di grasso, cucinato arrosto, insalata di pomodori e lattuga, pompelmo o frutta di stagione, caffè o thè.

DOMENICA
COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
PRANZO: pollo o tacchino privi di grasso, cucinati arrosto, pomodori, carote, cavolo cotto, broccoli o cavolfiore, pompelmo o frutta di stagione, caffè o thè
CENA: vitello arrosto magro, insalata di lattuga, cetrioli, sedano, pomodoro, zucchine, caffè o thè.